.
Annunci online

nuovaitaliasardegna
Associazione Culturale Nuova Italia - Sardegna


Diario


7 novembre 2009

FRONTE IDENTITARIO” sollecita un intervento dei suoi referenti istituzionali sulla crisi in atto allo stabilimento ALCOA...

L'associazione “FRONTE IDENTITARIO” -in una nota dei suoi responsabili regionali Simone Spiga e Manolo Mureddu- afferma fortissima preoccupazione per la situazione di particolare crisi in cui versa il polo industriale di Portovesme. Proprio in questi giorni la Multinazionale ALCOA, leader dell'alluminio a livello mondiale, ha dichiarato che se entro la fine di questo mese non si avranno risposte esaustive rispetto alla vertenza sull'energia agevolata, potrebbe iniziare un “disimpegno” che porterebbe alla fermata degli impianti con conseguente messa in cassa integrazione di quasi 800 operai, più una perdita di quasi 1200 buste paghe tra i lavoratori dell'indotto. Inutile dire che una decisione del genere sarebbe una grave tragedia per un territorio già pesantemente segnato dalla crisi con la chiusura, a inizio anno, di importanti stabilimenti come Eurallumina e Otefail.
In questi giorni abbiamo sollecitato i nostri referenti istituzionali affinché possano fare pressione nei confronti della Giunta Regionale e del Governo Nazionale. A ogni modo lo scopo è stato quello di tenere alta la tensione e di far capire ai lavoratori che non sono rimasti soli. Alle sollecitazioni ha risposto con particolare attenzione il Consigliere Regionale del PDL Giorgio Locci che tempestivamente ha presentato un'interrogazione direttamente al Presidente della Regione e all'Assessorato al'Industria.
Vogliamo sottolineare la necessità che il Governo Nazionali attui quanto prima le politiche proposte dal Ministro Tremonti in materia di gestione delle imprese e di ridistribuzione degli utili d'impresa come unica soluzione per sviluppare sui territori una diversa politica economica e un nuovo modello di dialogo tra le parti.
Queste sono le istanza che la Destra Sociale sarda vuole promuovere e sostenere perchè la difesa dei lavoratori non può essere solo di una parte politica, ma dev'essere, anzi, il punto di partenza per una nuova idea di Centro Destra in Sardegna e non solo. 

 


15 ottobre 2009

Il consigliere regionale Giorgio Locci (Pdl) contro l’ingresso in Giunta dell’Udc nel Sulcis

Chiede a Pierfranco Gaviano di togliere il disturbo e ricorda a Giorgio Oppi che i ribaltoni al Pdl non piacciono. Giorgio Locci, consigliere regionale del Popolo delle Libertà, apre ufficialmente la campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio provinciale.
Fa capire senza mezzi termini che «il Pdl – come si legge in un comunicato diffuso ieri – non accetterà mai un percorso che porti a un candidato presidente eletto con i voti degli elettori del centrosinistra e sostenuto da chi ha ricevuto un mandato elettorale opposto. Chi dovesse farlo, seppure a titolo personale, si pone automaticamente fuori dal partito».
La situazione politica si ingarbuglia sempre di più dopo l’ingresso nella Giunta di assessori di centrodestra, in particolare dell’Udc.
Il presidente Gaviano è sostenuto da una solida maggioranza trasversale e non dovrebbe avere problemi per portare a termine la legislatura. Alcuni partiti, come i Riformatori, e adesso il Pdl prendono le distanze, ma in Consiglio il presidente ormai può contare sul sostegno del centrodestra. Il 24 aprile scorso il Bilancio venne approvato anche con i voti favorevoli di Mario Corongiu (Riformatori), Antonio Vigo (Udc), Gianni Carboni (Pdl) e Alessandro Masciarelli (Pdl).
«Oggi – sottolinea Giorgio Locci – in assenza di una maggioranza di centrosinistra, noi dovremmo accettare, in aperto contrasto con i nostri principi, un ribaltone in piena regola con l’ingresso in giunta di un esponente dell’Udc e con un appoggio politico del suo partito di riferimento. Noi vorremmo, invece, che l’Udc avesse un atteggiamento di ferma coerenza, come giustamente l’onorevole Oppi ha avuto a livello regionale per esempio nel momento della nomina dei commissari delle Asl, dove ha posto la pregiudiziale, da me condivisa, nei confronti di persone che avessero ricoperto incarichi nella gestione della sanità per conto del centrosinistra».

sfoglia     ottobre        dicembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
iniziative

VAI A VEDERE

Simone Spiga Blog
Bruno Murgia
Fare Verde Cagliari
Acque Sociali
Militanti per la Vita Sardegna
Daniele Maoddi
Gianmichele Nonne - Consigliere Comunale An Dorgali
ColoniaDux
SardegnaNonConforme


 

 



 























 RESPONSABILI REGIONALI

Simone Spiga

 

Manolo Mureddu 

CERCA