.
Annunci online

nuovaitaliasardegna
Associazione Culturale Nuova Italia - Sardegna


Diario


30 novembre 2009

No alla privatizzazione dell'acqua - Unione Sarda - 30 Novembre 2009


13 marzo 2009

In rete il blog identitario di Pietro Cara


6 gennaio 2009

MOBILITAZIONE NAZIONALE DELLA GIOVANE DESTRA IDENTITARIA CONTRO IL GENOCIDIO IN PALESTINA!

Sensibilizzare la gente a tutti i costi sul genocidio ai danni del popolo palestinese è l’obbiettivo della Giovane Destra Identitaria, facente riferimento alla comunità telematica di Identitario.org (www.identitario.org) o più semplicemente all’area della destra sociale e nazionalpopolare, che intende lanciare, da qui ai prossimi mesi, iniziative a livello nazionale.
«La vocazione euromediterranea dell'Italia ci impone un'assoluta imparzialità, - dichiarano i referenti della Giovane Destra Identitaria - ma che, proprio in virtù a tale imparzialità, i fatti, le cause, le ragioni e i torti attuali ci obbligano a non essere equidistanti ne’ tantomeno indifferenti. ».
«Si tratta di avviare una mobilitazione a scala nazionale – aggiungono i promotori del progetto Identitario.org - che investa con ogni mezzo, dai gazebo ai volantinaggi, dalle “megafonate” alle azioni in stile futurista, dalle manifestazioni pubbliche alle semplici conferenze, tutti gli ambiti possibili per far conoscere agli Italiani ciò che sta avvenendo nel difficile contesto mediorientale a danno del popolo palestinese e auspicando, nel contempo, l’immediato cessate il fuoco, visto che, come al solito, chi paga maggiormente, in questi contesti, sono i civili, coinvolti loro malgrado dai bombardamenti a tappeto e dalle ritorsioni indiscriminate!”».
Per questa campagna è stata preparata una locandina, richiedibile presso il sito ufficiale del gruppo, o più facilmente tramite il contatto su Facebook o l’indirizzo email (identitario@hotmail.it) di Identitario.org, con la possibilità di personalizzarla dalle singole realtà che aderiranno alla mobilitazione; inoltre saranno presentate nelle Istituzioni, soprattutto dove vi è la presenza come amministratori dei militanti del circuito di Identitario.org, delle mozioni a tema.

Ufficio Stampa e Propaganda
Identitario.org



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. palestina identitario.org

permalink | inviato da fronte il 6/1/2009 alle 22:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 luglio 2008

Piedimonte Identitaria contro gli abbandoni degli animali

 


19 giugno 2008

19/06/06 - 19/06/08: ROBERTO BIGLIARDO PRESENTE !


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Roberto Bilirado identitario.org

permalink | inviato da fronte il 19/6/2008 alle 12:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 maggio 2008

Alemanno Uno di Noi!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. identitario.org alemanno

permalink | inviato da fronte il 12/5/2008 alle 13:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 maggio 2008

Cameratismo, non una parola ma un sentirsi fratelli !

Questi passati sono stati giorni di riflessione, ho voluto, dopo i tre giorni del Seminario ad Ocre, pensare all’andamento degli ultimi mesi nella politica di tutti i giorni anche in relazione alla tre giorni del fine settimana scorso.

Dal 2 al 4 Maggio io come tanti altri camerati abbiamo avuto la fortuna di vivere un’esperienza mozzafiato, appassionante e stimolante, insomma una tre giorni di analisi, approfondimento e di crescita come Comunità Militante Identitaria.

Le sfide che ci troviamo davanti sono molteplici, sia all’interno di Alleanza Nazionale e Azione Giovani ma soprattutto rispetto agli italiani che si aspettano da noi, prese di posizione chiare, impegni e risultati.

Governare la Nazione non è un gioco di pochi, ma deve diventare una battaglia giornaliera di tutti noi, giovani o vecchi militanti della Destra Popolare, Sociale e Identitaria.

In molti sanno che sono stato e rimango molto critico sull’esperienza del Popolo della Libertà, non sono convinto che sia la strada migliore, ma altresì credo che ci siano ben poche altre strade.

Mi voglio rivolgere per questo ai tanti camerati che oggi sono fuori da questo percorso politico, che come me non sono certi che questo progetto saprà interpretare al meglio il volere degli italiani, si mi rivolgo ai camerati che oggi militano in diverse formazioni politiche, molti dei quali hanno militano con noi nella Destra Sociale con Gianni Alemanno e con Marcello De Angelis.
Cioè con chi in questi tre giorni ha provato a costruire un primo nucleo per sviluppare la classe dirigente non solo giovanile del futuro partito del Centro Destra.

Si proprio tu che leggi, si mi rivolgo anche a te, ascolta le parole di un illuso, forse cazzone, ma sicuro che la parola cameratismo ha un grande significato, ascolta, prova come me a fidarti di chi ha combattuto e oggi continua a farlo, sicuro che non sarà un contenitore a cambiare la nostra idea e il nostro modo di essere esempio politico giornalmente.

Prova a fare anche tu questa scelta, prova a combattere con chi ha scelto l’identitarismo, con la capacità di confrontarsi e di analizzare gli aspetti negativi e positivi di questo percorso, ma allo stesso tempo, senza mai tradire il nostro percorso passato e futuro.

Un percorso che per me sarà legato alla croce celtica come al ricordo dei nostri caduti, sicuro che oggi come ieri il Domani appartiene a Noi!

Simone Spiga


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. destra sociale identitario.org simone spoga

permalink | inviato da fronte il 7/5/2008 alle 15:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 maggio 2008

LA GIOVANE DESTRA IDENTITARIA PRESENTE ALLA SECONDA EDIZIONE DE “IL RITORNO DELL’ELITE”.

UN SEMINARIO DI TRE GIORNI CON PARTECIPANTI PROVENIENTI DA TUTTA ITALIA. INCONTRI CON MARCELLO DE ANGELIS E MAURIZIO SCELLI. GIORNATA CONCLUSIVA CON GIANNI ALEMANNO, NUOVO SINDACO DI ROMA.

Si è svolta ad Ocre (AQ) dal 2 al 4 Maggio 2008, il secondo appuntamento della convention intitolata “Il ritorno dell’élite”, fortemente voluta dall’On. Marcello De Angelis, Deputato di AN/PDL, e organizzata in collaborazione con la rivista AREA, il mensile di Destra Sociale più venduto in Italia, e con la splendida comunità di Azione Giovani di L’Aquila.

Simone Spiga (Cagliari) e Daniele Caroleo (Crotone), Dirigenti Nazionali di AG, aderenti al progetto Identitario.org, hanno partecipato a questo appuntamento a capo delle rispettive comunità militanti inviate in delegazione in Abruzzo.

“E’ stata un’esperienza importante e altamente formativa per tutti i partecipanti. – dichiarano all’unisono Spiga e Caroleo – Abbiamo avuto la possibilità di assistere ad incontri molto interessanti che hanno trattato i più svariati argomenti. Abbiamo discusso, ad esempio, del futuro dei giovani all’interno del “Popolo della Libertà”, confrontandoci con Carlo Fidanza, Vicepresidente nazionale di Azione Giovani e Capogruppo di AN al Comune di Milano, e con Stefano Morelli, presidente del Consiglio Nazionale di Forza Italia Giovani. Particolarmente toccante è stato poi l’incontro con Maurizio Scelli, neodeputato del PDL e già Commissario Straordinario della Croce Rossa, incentrato sul valore sociale del volontariato.”.

Gli altri incontri previsti dal seminario sono stati quelli con il giovane ricercatore napoletano Alessandro Sansoni sul tema del pensiero “elitista”, quello con il Prof. Luciano Arcella, sulle prospettive del pensiero conservatore di fronte alle sfide del terzo millennio, e quello con Salvatore Santangelo, componente dell’Esecutivo Nazionale di AG, che ha trattato l’argomento dell’impatto dei media sulle attuali dinamiche geopolitiche. Senza dimenticare l’incontro con il giornalista Paolo Corsini, che ha trattato l’argomento della comunicazione politica, quello con Giovanni Monastra, che si è occupato di parlare delle strategie delle grandi multinazionali del settore alimentare, in particolare per quanto riguarda l’introduzione degli OGM, e la lezione tenuta dall’esperto di marketing politico-elettorale Giuseppe Cuscusa, sui modelli di leadership e sul team building.

“E’ stata inoltre un’occasione – continuano i giovani dirigenti di AN – per incontrare numerose comunità provenienti da tutta Italia, alcune delle quali aderenti ad Identitario.org, progetto di cui noi siamo promotori ormai da tempo.”.

L’intero seminario, che si è tenuto in un ex Monastero dei templari, ora adibito a struttura ricettiva a tutti gli effetti, è stato coordinato dall’infaticabile Marcello De Angelis, storica figura della destra italiana, già Senatore della Repubblica di AN nella scorsa legislatura, e da poco eletto deputato, proprio in Abruzzo, nelle liste del “Popolo della Libertà”.

“La tre giorni si è infine chiusa – concludono Simone Spiga e Daniele Caroleo – con la prima uscita ufficiale fuori dalla Capitale del neosindaco di Roma, Gianni Alemanno, leader storico della Destra Sociale ed Identitaria. Alemanno si è soffermato sul suo nuovo ruolo quale sindaco della città più bella del mondo e sull’impostazione politica che da oggi in poi dovremmo avere, ripartendo proprio dalla vittoria di Roma e dal nuovo contenitore politico del PDL, che può e deve essere riempito con le nostre istanze e con il nostro modo di fare e di intendere la politica, incontrandoci, e non scontrandoci, con le altre anime che faranno parte di questo nuovo soggetto politico.”.


8 marzo 2008

Il nuovo numero di IDENTITARIO MAGAZINE!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. identitario.org

permalink | inviato da fronte il 8/3/2008 alle 11:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 febbraio 2008

FERMAMENTE CONTRARI ALL’INDIPENDENZA DEL KOSOVO! (di Alessandro Amorese, Daniele Caroleo, Simone Spiga)

da
www.alessandroamorese.splinder.com
www.danielecaroleo.identitario.org
www.simonespiga.identitario.org

Alla luce degli ultimi avvenimenti in materia di politica estera, riteniamo necessario intervenire nel dibattito che si sta alimentando, con alcune considerazioni, piuttosto spicciole, in merito all’autoproclamazione di indipendenza del Kosovo.
Siamo assolutamente convinti che questa azione di indipendenza non possa essere accettata e sostenuta con la sorprendente facilità e rapidità con cui alcune nazioni, nelle ore subito successive alla notizia, hanno via via dato il loro consenso.
Innanzitutto andrebbe ricordato che tale autoproclamazione di indipendenza viola, per l’ennesima volta, il diritto internazionale, creando un precedente molto pericoloso, ed in particolar modo la Risoluzione 1244 delle Nazioni Unite, che attribuiva alla Serbia la sovranità sul Kosovo, al punto che fino ad oggi il governo di Belgrado ha continuato a pagare il debito estero della provincia kosovara.
Inoltre, chi ben conosce l’attuale situazione geopolitica europea, ed in particolare della zona dei Balcani, non può far finta di non sapere che l’indipendenza di tale territorio potrebbe contribuire a creare notevoli ed ulteriori destabilizzazioni in quella zona rischiando, tra le altre cose, di alimentare e ricreare una sorta di scontro di civiltà tra i cristiano-ortodossi serbi e i mussulmani albanesi.
Ci sorge il dubbio, alla luce di queste brevi ed elementari considerazioni, che questa azione di indipendenza non sia altro che parte integrante di un disegno ben più grande da parte degli Stati Uniti d’America, che hanno contribuito a creare un nuovo stato “fantoccio” nel cuore dell’Europa, così come è stato definito dal capo del Governo serbo, Vojislav Kostunica, e in un territorio strategicamente importantissimo, con l’obbiettivo di indebolire ulteriormente l’Unione Europea e incrinare i buoni rapporti che intercorrevano attualmente tra Bruxelles e Mosca. Non a caso la Russia di Putin è stata tra i primi ad opporsi a questa indipendenza, mentre sull’altro fronte gli USA sono stati i primi a riconoscere la legittimità di questo nuovo stato, seguiti a ruota dalla Turchia, dall’Albania e, purtroppo, anche dall’Italia.
Il Governo italiano uscente ha praticamente continuato, con questa assurda decisione di legittimare l’indipendenza del Kosovo, ad allinearsi, per l’ennesima volta, ad una visione geopolitica sostanzialmente distante dai reali interessi del nostro stato e dell’Europa intera!
Riteniamo, in conclusione, di poter affermare, che una delle possibili soluzioni, se non l’unica praticabile, per evitare ulteriori ripercussioni, anche alla luce dei numerosi scontri violenti che si stanno verificando in quel territorio ormai da parecchi giorni, sia quella di far diventare il Kosovo una sorta di provincia a “Statuto Speciale”, così come auspicato più volte dal governo di Belgrado, che garantisca alla provincia serba una forte autonomia e a tutta la regione balcanica la piena integrazione in Europa.

IDENTITARIO.ORG


13 febbraio 2008

Novità da IDENTITARIO.ORG

 Il portale creato qualche mese fa è tornato ormai in funzione da tempo, ma ora è quasi completo.

E' stata riattivata la pagina dei forum, con nuovi spazi tematici (
http://www.identitario.org/blog/?page_id=13).

All'interno del sito è stato inserito un modulo per poter inviare direttamente i vostri articoli o le vostre segnalazioni alla redazione di Identitario.org. (
http://www.identitario.org/blog/?page_id=10).
Colgo inoltre l'occasione per ringraziare tutti quelli che hanno deciso di collaborare, ormai da tempo, attivamente, con questo progetto.

Nel mese di febbraio le visite al portale sono lievitate notevolmente e il dominio
www.identitario.org è, da una decina di giorni, saldamente tra i primi trenta siti di politica più visitati d'Italia (secondo i dati ShinyStat), con una media di circa 200 visite diverse al giorno (circa 400 le pagine pagine visitate giornalmente).

Attivissimi e visitatissimi anche i due blog gestiti direttamente dalla redazione di Identitario.org:
www.identitaultras.splinder.com e
www.nodroga.splinder.com.

Nei prossimi giorni ulteriori novità, come la realizzazione di una pagina dedicata alle immagini e ai video.

Attendiamo ovviamente adesioni da parte di tutti quelli che hanno un sito/blog e che vogliano sostenere e condividere la nostra battaglia e il nostro progetto (quanto più trasversale possibile).
Al momento i blog aggregati (
http://www.identitario.org/blog/?page_id=14)sono ben 58 (tra cui alcuni internazionali) .
Per aggregarsi e sostenere questo portale basta inserire uno dei bannerini che trovate in questa pagina (
http://www.identitario.org/blog/?page_id=3), o semplicemente inserendo il link testuale del nostro sito. Successivamente, per velocizzare le operazioni di aggregazione, potrete segnalare la vostra adesione tramite il modulo sopracitato.

AVANTI IDENTITARI!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. identitario.org

permalink | inviato da fronte il 13/2/2008 alle 21:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 febbraio 2008

DIETROFRONT! TUTTI CON SILVIO! ALLA FACCIA DELLA BASE…(di Eugenio Vanoli)

da http://destraefuturo.blogspot.com

Il mio approccio alla politica partitica è sempre stato disilluso, concreto e pragmatico… per me la politica è molto altro rispetto alla campagna elettorale, al volantinaggio, alla difesa del proprio orticello di partito…è innanzitutto far parte di una comunità militante e politica ispirata a valori di cameratismo e di continuità ideale con il passato e al tempo stesso capace di fare politica con buonsenso e di rinnovarsi, di elaborare analisi politiche serie e di incidere nel piccolo attraverso una "buona politica" svolta sul territorio contrapposta alla politica del carrierismo che oggi è largamente la più diffusa in tutti i partiti.
In Alleanza Nazionale ho trovato una comunità umana, quella legata alla Destra Sociale e Identitaria dell’On. Alemanno in grado di rappresentare questi valori seppur all’interno di un partito eterogeneo e in maggioranza liberale, conservatore e costretto a subire spesso le uscite liberalprogressiste del presidente Fini.
An dopo tutto, ed è un dato di fatto, è l’unico partito rappresentativo (in termini elettorali) di quell’ambiente che nasce dalle ceneri della Repubblica Sociale Italiana e del Fascismo e dal percorso politico controverso del Movimento Sociale Italiano e al suo interno vivono le stesse anime politiche del MSI seppur rinnovate e riadattate al contesto politico attuale.
In An, proprio per la sua eterogeneità interna, vi è sempre stata la possibilità per noi che ci riconosciamo nei valori di una destra comunitaria, sociale e solidarista di fare politica senza isterismi, senza ansie e aspettative di improbabili "rivoluzioni nazionali", senza eccessive nostalgie…e sopratutto di poter parlare al di fuori del ghetto politico in cui i "neofascisti" sono stati relegati per 50 anni, di parlare lucidamente alla gente comune alle prese con tutti i suoi problemi quotidiani..agli operai, ai giovani, ai piccoli-medi imprenditori, ai pubblici dipendenti, ai precari, ai liberi-professionisti e ai pensionati.
Al tempo stesso si è sempre stati consci del fatto che si agiva all’interno di un contenitore politico che volenti o nolenti viaggiava verso il PPE, verso il parito unico dei liberali e dei moderati di centrodestra e che la maggioranza stessa della base del partito era favorevole a questo indirizzo politico. Come ai tempi del MSI la corrente rautiana agiva come minoranza interna al fianco di quella conservatrice e occidentalista oggi gli eredi di quella corrente che dominava il Fronte della Gioventù, che animò i Campi Hobbit, che teorizzò i maggiori tentativi di innovazione alternativa della destra italiana agiscono come minoranza interna, ovviamente con le dovute differenze di proporzione.
Essendo cosciente di questa situazione non mi reputo affatto deluso dal fatto che An correrà sotto lo stesso simbolo del "Popolo della libertà" insieme a Forza Italia e democristiani vari…la mia non è delusione perchè prima o poi si sarebbe arrivati comunque a questo punto…ciò che mi sconcerta e mi offende come militante di An è il metodo, è il comportamento strafottente di una classe dirigente che prima respinge la proposta di partito unico di Berlusconi etichettando come populista il suo appello al popolo di centrodestra lanciato in Piazza San Babila, sostenendo che An non si scioglie da un giorno all’altro, attaccando Berlusconi pesantemente e lanciando un nuovo programma serio e più che condivisibile ("Alleanza per l’Italia", oggi già nel cassetto??) per il rilancio di Alleanza Nazionale come partito della destra diffusa in grado di rinnovare la politica italiana e poi dalla sera al mattino si rimangia tutto decidendo a tavolino che la fiamma non sarà presente sulla scheda elettorale e che dobbiamo fare campagna elettorale insieme a Forza Italia.
Al di là delle posizioni personali che possono essere favorevoli o meno al partito unico di centrodestra rendiamoci conto della gravità di questo comportamento della dirigenza, siamo di fronte ad un atteggiamento vergognoso e irrispettoso nei confronti di una base militante che da anni è fedele al partito, nonostante tutto.
Come al solito il buon Gianni Alemanno cerca di tappare le falle create da una classe dirigente disastrosa…e ieri sera a "Otto e mezzo" (venerdi 8 febbraio) ha chiesto un congresso nazionale straordinario di An dopo le elezioni.
Ora resta solo un dubbio: si tratta davvero dell’inizio di un percorso che dopo le elezioni verrà sancito ufficialmente con la nascità di un partito unitario e lo scioglimento di An e Forza Italia come sostengono i due leader Fini e Berlusconi, o è solo un operazione di marketing elettorale come sostiene Veltroni e dopo si torna tutti a casa propria?
Questo nessuno lo può sapere, è ampliamente dimostrato che il teatrino della politica è in continuo cambiamento e non ci si può fare affidamento quindi non ci resta che attendere l’ipotetico congresso nazionale di An richiesto da Alemanno per il dopo elezioni…… ma nel frattempo…. camerati…non chiedetemi di fare propaganda elettorale e di votare un listone berlusconiano indigeribile (per altro "bloccato" visto che si voterà con il porcellum senza preferenze)…perchè non lo farò mai.
Intanto come auspicato dai camerati Daniele Caroleo, Luigi Curci e Simone Spiga non sarebbe male da parte dei colonnelli venirci a spiegare cos’è cambiato in una notte per giustificare la decisione di stracciare il programma di rilancio di An e tornare tra le braccia del Cavaliere.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. partito unico An Ag identitario.org

permalink | inviato da fronte il 10/2/2008 alle 1:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 novembre 2007

LA GIOVANE DESTRA IDENTITARIA LANCIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI DELLA RIVISTA AREA!

Alcuni Dirigenti Nazionali di Azione Giovani, aderenti al progetto Identitario.org, hanno deciso di lanciare, a livello nazionale, una campagna comune per invitare la gente ad abbonarsi alla rivista AREA (www.area-online.it), magistralmente diretto dall’attuale Senatore della Repubblica, Marcello de Angelis.

Alessandro Amorese (Massa) e Beniamino Scarfone (Reggio Calabria), entrambi componenti dell’Esecutivo Nazionale di AG, Daniele Caroleo (Crotone), Simone Spiga (Cagliari), Alberto De Luca (Messina) e Angelo D'Acunto (Torino), tutti Dirigenti Nazionali di Azione Giovani, hanno inoltre deciso di rilasciare alcune dichiarazioni univoche in merito a questa campagna.

“Riteniamo la rivista Area – dichiarano i giovani dirigenti di Alleanza Nazionale – uno strumento di approfondimento altamente importante sul piano culturale e sul piano dell’analisi politica. Le tematiche affrontate e la competenza dei membri della redazione, tra cui il suo direttore, Marcello de Angelis, che è, sostanzialmente, uno dei punti di riferimento della giovane destra sociale e identitaria, fanno di questo mensile uno dei migliori del panorama editoriale italiano. Per tutta questa serie di motivi abbiamo quindi deciso di lanciare una campagna di sostegno nei confronti di questa rivista. Nei prossimi giorni molte nostre comunità militanti distribuiranno o affiggeranno per le vie della propria città un volantino, da noi realizzato, per la campagna abbonamenti della rivista AREA. Sullo stesso volantino, inoltre, verrà stampato un coupon che dovrà essere debitamente compilato ed inviato alla redazione di AREA per sottoscrivere l’abbonamento. Comunichiamo infine che le sedi delle nostre comunità militanti di riferimento, sparse su tutto il territorio nazionale, rimarranno aperte e a disposizione di tutti per poter sottoscrivere l’abbonamento di cui sopra e per fornire tutte le informazioni possibili in merito a questa rivista e a tutto l’ambiente che gravita intorno a questo mensile.”.


20 ottobre 2007

LA GIOVANE DESTRA IDENTITARIA SI OPPONE FERMAMENTE AL DISEGNO DI LEGGE “LEVI-PRODI”!

 “Dopo aver appreso dell’approvazione unanime da parte del Consiglio dei Ministri di un disegno di Legge che prevede che chiunque abbia un blog o un sito internet debba registrarlo al ROC, un registro dell’Autorità delle Comunicazioni, produrre dei certificati e pagare un bollo, anche se rende informazione senza fini di lucro, non possiamo non manifestare pubblicamente il nostro sdegno e il nostro ennesimo dissenso nei confronti di questo Governo e delle sue posizioni assolutamente scellerate!”.
Inizia così la breve nota congiunta diramata da Alessandro Amorese (Massa) e Beniamino Scarfone (Reggio Calabria), componenti dell’Esecutivo Nazionale di Azione Giovani, e di Daniele Caroleo (Crotone), Simone Spiga (Cagliari), Federico Binatti (Novara) e Alberto De Luca (Messina), Dirigenti Nazionali del movimento giovanile di Alleanza Nazionale.
“Rimaniamo sconcertati di fronte a determinate proposte! – continuano i Dirigenti di AG – Moltissimi blog e siti internet, utilizzati come strumenti per la divulgazione del proprio pensiero o per la condivisione dei propri interessi, che in questi ultimi anni hanno coinvolto migliaia di navigatori su internet, dopo questa ennesima tassa del Governo Prodi, rischieranno, praticamente, di scomparire per sempre. La legge “Levi – Prodi” limita, di fatto, l’accesso alla Rete per una vastissimo numero di utenti e di navigatori, in quanto obbliga chiunque abbia un sito o un blog a dotarsi di una società editrice e ad avere un giornalista iscritto all’albo come direttore responsabile.”.
“A causa di questo Disegno di Legge, che a breve dovrà essere vagliato in Parlamento, - continuano i giovani dirigenti di AN - la quasi totalità dei gestori di siti o di blog della nostra nazione sarebbero costretti a chiudere i battenti o a trasferire il proprio dominio in uno stato sostanzialmente più democratico e che non ricorra a questi espedienti per limitare la libertà di espressione e del libero pensiero. Il nostro ambiente, ovviamente, non può rimanere a guardare senza reagire. Aderiamo, fin da subito, a qualsiasi tipo di iniziativa che vada a contrapporsi a questa assurda proposta di legge e chiediamo, immediatamente, una presa di posizione forte nei confronti di questo governo censuratore!”.


31 luglio 2007

Il Fronte in piazza contro la Turchia in Europa!

 "In contemporanea con la mobilitazione nazionale indetta da Azione Giovani, anche il Circolo - Fronte Identitario - di Via Giudicessa Benedetta, 46 ha indetto per oggi una mobilitazione con volantinaggio e sit in per dire No all'ingresso della Turchia nell' Europa unita", afferma Federica Orrù, Responsabile del nuovo Circolo di Azione Giovani.
"Le ultime elezioni politiche in Turchia hanno sancito la vittoria di Erdogan che non ha in alcun modo promosso un apertura sui diritti civili, oggi è indispensabile un dialogo più lungo nel tempo per verificare i progresso turchi, nel frattempo verificheremo progressi e aperture, senza dimenticare che comunque la Turchia non può far parte culturalmente dell'Europa, per questi motivi abbiamo indetto questa mobilitazione nazionale che proseuirà nei prossimi mesi", conclude Simone Spiga, Dirigente Nazionale di Azione Giovani.

sfoglia     ottobre        dicembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
iniziative

VAI A VEDERE

Simone Spiga Blog
Bruno Murgia
Fare Verde Cagliari
Acque Sociali
Militanti per la Vita Sardegna
Daniele Maoddi
Gianmichele Nonne - Consigliere Comunale An Dorgali
ColoniaDux
SardegnaNonConforme


 

 



 























 RESPONSABILI REGIONALI

Simone Spiga

 

Manolo Mureddu 

CERCA