Blog: http://nuovaitaliasardegna.ilcannocchiale.it

A caccia di cicche nella sabbia grigia del Poetto

Tratto da L'Unione Sarda

Tutti al Poetto per setacciare la sabbia e ripulire l'arenile da cartacce, lattine e cicche di sigarette. Domenica prossima, di mattina, i volontari dell'associazione ambientalista Fare verde e altri cittadini sensibili alle tematiche ambientali si ritroveranno nella spiaggia dei Centomila per ripulire dai rifiuti un ampio tratto dell'arenile.
L'iniziativa, denominata “Il mare d'inverno”, sarà anche un'occasione per verificare lo stato di salute del litorale cagliaritano e per stilare un censimento dei rifiuti più invadenti che alla fine di ogni estate vengono abbandonati in spiaggia dai bagnanti incivili.
L'appuntamento è fissato per le 10,30 all'altezza dell'ex ospedale Marino. All'intervento di maxipulizia potrà partecipare chiunque: basterà presentarsi al Poetto armati di guanti, ramazza e buste in materiale rigorosamente biodegradabile. Sono previsti alcuni eventi collaterali»: grazie alla collaborazione dell'Ensi (Ente nazionale sportivo italiano) sono state programmate, nella stessa mattinata di domenica, esibizioni di rugby e football americano in collaborazione con le società sportive Crusaders e Union Rugby Cagliari. Per i più piccoli sarà a disposizione il maneggio itinerante di Ippolandia. L'associazione Blocco studentesco e il Fondo italiano abbattimento barriere architettoniche daranno il loro apporto organizzativo, mentre l'associazione Auto club 4 Mini proporrà un'esposizione di automobili d'epoca.
«L'emergenza rifiuti in Campania ci impone una riflessione seria sui rifiuti che giornalmente produciamo», si legge nella nota diffusa da Fare verde: «La nostra iniziativa è un'occasione per agire concretamente e per promuovere un diverso modello di produzione e consumo che contempli la possibilità di ridurre a monte la produzione di rifiuti, anche attraverso la diminuzione di imballaggi». Attraverso la campagna nazionale “Mare d'inverno”, partita lo scorso 27 gennaio in oltre 50 spiagge italiane, l'associazione ambientalista punta soprattutto a ricordare a tutti che il mare e le spiagge, con i loro problemi, esistono per dodici mesi all'anno e non solo durante il periodo estivo. Ogni anno, sugli arenili, i volontari recuperano di tutto: bottiglie, cartacce, lattine, sacchetti, rasoi usa e getta, contenitori vari e i materiali più diversi, biodegradabili e non, restituiti dalle onde del mare.

Pubblicato il 15/2/2008 alle 11.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web