Blog: http://nuovaitaliasardegna.ilcannocchiale.it

Cameratismo, non una parola ma un sentirsi fratelli !

Questi passati sono stati giorni di riflessione, ho voluto, dopo i tre giorni del Seminario ad Ocre, pensare all’andamento degli ultimi mesi nella politica di tutti i giorni anche in relazione alla tre giorni del fine settimana scorso.

Dal 2 al 4 Maggio io come tanti altri camerati abbiamo avuto la fortuna di vivere un’esperienza mozzafiato, appassionante e stimolante, insomma una tre giorni di analisi, approfondimento e di crescita come Comunità Militante Identitaria.

Le sfide che ci troviamo davanti sono molteplici, sia all’interno di Alleanza Nazionale e Azione Giovani ma soprattutto rispetto agli italiani che si aspettano da noi, prese di posizione chiare, impegni e risultati.

Governare la Nazione non è un gioco di pochi, ma deve diventare una battaglia giornaliera di tutti noi, giovani o vecchi militanti della Destra Popolare, Sociale e Identitaria.

In molti sanno che sono stato e rimango molto critico sull’esperienza del Popolo della Libertà, non sono convinto che sia la strada migliore, ma altresì credo che ci siano ben poche altre strade.

Mi voglio rivolgere per questo ai tanti camerati che oggi sono fuori da questo percorso politico, che come me non sono certi che questo progetto saprà interpretare al meglio il volere degli italiani, si mi rivolgo ai camerati che oggi militano in diverse formazioni politiche, molti dei quali hanno militano con noi nella Destra Sociale con Gianni Alemanno e con Marcello De Angelis.
Cioè con chi in questi tre giorni ha provato a costruire un primo nucleo per sviluppare la classe dirigente non solo giovanile del futuro partito del Centro Destra.

Si proprio tu che leggi, si mi rivolgo anche a te, ascolta le parole di un illuso, forse cazzone, ma sicuro che la parola cameratismo ha un grande significato, ascolta, prova come me a fidarti di chi ha combattuto e oggi continua a farlo, sicuro che non sarà un contenitore a cambiare la nostra idea e il nostro modo di essere esempio politico giornalmente.

Prova a fare anche tu questa scelta, prova a combattere con chi ha scelto l’identitarismo, con la capacità di confrontarsi e di analizzare gli aspetti negativi e positivi di questo percorso, ma allo stesso tempo, senza mai tradire il nostro percorso passato e futuro.

Un percorso che per me sarà legato alla croce celtica come al ricordo dei nostri caduti, sicuro che oggi come ieri il Domani appartiene a Noi!

Simone Spiga

Pubblicato il 7/5/2008 alle 15.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web